Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Accedendo ad un qualunque elemento sottostante questo banner o cliccando su "OK" per chiuderlo, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Cookie Policy".Cookie Policy

Menù delle pagine principali

Pagina principale

Torna alla ricerca
Anno: 1843
Cronaca 1843

5 giugno 1843


La gara torna, dopo l’edizione non disputata l’anno precedente, e viene fissata per domenica 5 giugno. 

A fare da battistrada al corteo, è la “dodesona”, che corre appunto davanti a tutte le altre barche. Per la prima volta le imbarcazioni vengono dipinte ognuna con un colore diverso, per permettere al pubblico di distinguerle anche da lontano. 

Rispetto agli anni precedenti sono molte le coppie nuove di zecca: Pichiorle ha lasciato il fido compagno Macchia e corre con Tassai. Ballinzattera si presenta con a fianco Pellegrinotti e Tagià con D’Este: i loro vecchi compagni, Caburlotto e Miani, corrono così assieme. Saranno proprio loro a vincere, anche se aiutati dalla sportività dei secondi, Papuschi e Basana. Quest’ultimi, infatti, a San Silvestro, riescono ad appaiare Caburlotto e Miani e sembrano in grado di superarli quando, per non tagliar loro la strada, sospendono la vogata. Un gesto di fair-play a dire il vero abbastanza raro, come vediamo anche ai giorni nostri, nel mondo della voga! Al terzo posto si classificano Nanetti e Longo, mentre Ballinzattera e Pellegrinotti conquistano l’ultima bandiera.



Fonte: Umberto Zane

Menù delle pagine secondarie

Comune di Venezia - Ufficio Stampa

Sponsor

Venezia Unica - tutta l'offerta di Venezia acquistabile online
Venezia UnicaLa Regata Storica è partner della campagna #EnjoyRespectVenezia
Progetto Promovenezia S.c.p.a. con il contributo della legge Regionale 33/2002
Logo Veneto Tra la terra e il cielo