Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Accedendo ad un qualunque elemento sottostante questo banner o cliccando su "OK" per chiuderlo, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Cookie Policy".Cookie Policy

Menù delle pagine principali

Pagina principale

Torna alla ricerca
Anno: 1991
Biografia di Rudy Vignotto
Biografia di Rudy Vignotto

Un ottavo posto quando si presenta, appena ventiduenne, per la prima volta in Canal Grande col cugino Igor, e poi una serie di posizioni sempre più prestigiose, con (dopo la Regata del 2010) 19 bandiere conquistate consecutivamente, tra cui spiccano le 10 rosse del primo posto e le 6 bianche del secondo.
La serie inizia nel 1992, con i due cugini di Sant’Erasmo che riescono ad aggiudicarsi il quarto posto, davanti a campioni del calibro di Bepi e Crea. I Vignotto fanno ancora meglio l’anno successivo, giungendo secondi, dietro a Franco Strigheta e a quello che sta per diventare il loro più grande rivale: Giampaolo D’Este. La volta buona per ottenere la prima vittoria sembra arrivare nel 1994: i due Vignotto sono secondi e attaccano ripetutamente Strigheta-D’Este, che però si difendono con mestiere. Uno sforzo poderoso e inutile che costa ai due cugini, sul traguardo, anche la piazza d’onore.
La rivincita arriva comunque dodici mesi più tardi: il 3 settembre 1995 Rudy e Igor piombano per primi sul traguardo dopo una gara condotta in testa dal primo all’ultimo metro. Il dominio dei Vignotto, negli anni successivi, è ormai netto, nonostante il valore di D’Este che nel frattempo non voga più in coppia con Franco, ma con Bruno Strigheta.
Dopo le vittorie del 1996, 1997 e 1998 Rudy e Igor Vignotto sono ad un passo dall’ambito titolo di “re del remo”, che compete alla coppia che vince per 5 volte consecutive la regata. C’è quindi grandissima attesa per la sfida in programma il 5 settembre 1999. Tutto sembra andare per il meglio per i cugini di Sant’Erasmo, che prendono subito la testa della gara, braccati però sempre da vicino da Strigheta-D’Este. Le due imbarcazioni, dopo il giro del paleto, corrono quasi affiancate. La loro sfida si decide poco prima del ponte di Rialto quando, con una manovra ardita, quanto inaspettata, Strigheta e D’Este riescono a superare Rudy e Igor, che al traguardo sono così solo secondi.
Smaltita la delusione i due cugini riprendono a mietere successi: sono infatti primi nel 2000, 2001 e 2002. La loro egemonia si interrompe però nel 2003, ad opera ancora una volta di Giampaolo D’Este, ora in coppia con Ivo Redolfi Tezzat, dopo una gara che ricorda, nell’andamento, quella disputatasi nel 1999.
I due cugini di Sant’Erasmo si prendono la rivincita nel 2004, ma nel 2005, complici anche le non buone condizioni fisiche di Igor, D’Este e Redolfi Tezzat tornano a primeggiare.
Per i cugini di Sant'Erasmo altri due secondi posti nel 2006 e nel 2007, quest'ultimo però duramente contestato da Igor che, sulla machina, dopo anche un diverbio col sindaco Cacciari, getta in acqua le bandiere e viene perciò per questo lungamente squalificato.
Rudy, così, disputa la stagione 2008 in coppia con Leone Mao, ottenendo, nella Storica, un onorevole terzo posto.
Igor torna alle gare nel 2009, ovviamente di nuovo in coppia con  Rudy, proprio in tempo per spegnere il sogno di D'Este e Redolfi Tezzat di diventare “re del remo”. I Vignotto vincono alla grande anche la regata 2010, riportandosi anche in vantaggio nel computo dei successi nella “Storica” su D'Este: 10 a 9.



Fonte: Umberto Zane

Menù delle pagine secondarie

Comune di Venezia - Ufficio Stampa

Sponsor

Venezia Unica - tutta l'offerta di Venezia acquistabile online
Venezia UnicaLa Regata Storica è partner della campagna #EnjoyRespectVenezia
Progetto Promovenezia S.c.p.a. con il contributo della legge Regionale 33/2002
Logo Veneto Tra la terra e il cielo