Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di altri siti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Accedendo ad un qualunque elemento sottostante questo banner o cliccando su "OK" per chiuderlo, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca su "Cookie Policy".Cookie Policy

Menù delle pagine principali

Pagina principale

Torna alla ricerca
Anno: 1992
Biografia di Giampaolo D'Este
Biografia di Giampaolo D'Este

Negli ultimi cento anni è stato il più giovane vincitore di una regata storica: il primo successo in Canal Grande Giampaolo D’Este lo ha infatti ottenuto, ventenne, al suo esordio. Un’impresa che nessun altro grande è riuscito a fare (anche se Gianfranco Crea ci è andato vicino, col suo primo posto, sempre al primo tentativo, a 21 anni di età, mentre Bepi ha vinto per la prima volta a 22 anni e al terzo tentativo e Ciaci a 23 anni, al quarto).
D’Este è insomma subito apparso come un “predestinato”, in grado di dominare per decenni le scene. Se ciò si è puntualmente verificato nelle gare ad un remo, come testimonia la lunga collana di trionfi alla regata di Murano, ciò è accaduto con meno frequenza in Storica, dove “Superdeste” ha dovuto spesso fare i conti con l’ardore agonistico e la voglia di vincere di Igor e Rudy Vignotto.
D’Este comincia comunque la sua avventura in Canal Grande con 3 successi di fila, sempre in coppia con Franco Strigheta (1992, 1993 e 1994). Una serie che si interrompe bruscamente per la piena maturazione agonistica dei cugini Vignotto, che riescono ad imporsi per ben quattro volte consecutive, dal 1995 al 1998. Cresce così, di anno in anno, la rivalità tra i cugini di Sant’Erasmo e D’Este, una rivalità che si può toccare con mano non solo durante le gare, ma anche fuori, e che nasce da una diversa filosofia di vita, dal modo stesso di intendere l’impegno sportivo. E’ una sorta di dualismo alla Coppi e Bartali, alimentato anche dai tifosi delle due fazioni, che raggiunge forse il suo acme il 5 settembre 1999. E’ il giorno della Regata che potrebbe regalare ai Vignotto il titolo di “re del remo”, che viene idealmente assegnato alla coppia capace di vincere in Canal Grande per cinque volte di seguito.
L’unico in grado di contrastare la marcia vincente di Rudy e Igor è proprio “Superdeste” ora non più in coppia con Franco ma col fratello di questi, Bruno Strigheta.  Tutto sembra andare per il meglio per i cugini di Sant’Erasmo, che prendono subito la testa della gara, braccati però sempre da vicino da Strigheta-D’Este. Le due imbarcazioni, dopo il giro del paleto, corrono quasi affiancate. La loro sfida si decide poco prima del ponte di Rialto quando, con una manovra ardita, quanto inaspettata, Strigheta e D’Este riescono a superare Rudy e Igor, che al traguardo sono così solo secondi.
Smaltita la delusione i Vignotto si prendono la rivincita negli anni seguenti: vincono infatti le regate del 2000, 2001 e 2002.
La loro egemonia si interrompe però nel 2003, ad opera ancora una volta, manco a dirlo, di Giampaolo D’Este, ora in coppia con Ivo Redolfi Tezzat, dopo una gara che ricorda, nell’andamento, quella disputatasi nel 1999.
I Vignotto tornano al successo nel 2004, ma nel 2005, complici anche le non buone condizioni fisiche di Igor, D’Este e Redolfi Tezzat tornano a primeggiare. Una supremazia che viene confermata sia nella regata del 2006, sia in quella del 2007, che vede però la pesante contestazione, con lancio di bandiere in acqua e relativa lunga squalifica, di Igor Vignotto. Vinta anche la regata 2008, a D'Este e Redolfi Tezzat manca solo un altro successo per diventare “re del remo”. Ma, nel 2009, sono questa volta i Vignotto, tornati insieme dopo il ritorno alle gare di Igor, a far svanire il sogno di D'Este e del suo compagno, che finiscono anticipatamente la gara per una caduta in acqua. Nel 2010, l'attesa rivincita si conclude con un nuovo successo dei Vignotto e con la squalifica di D'Este e Redolfi Tezzat.



Fonte: Umberto Zane

Menù delle pagine secondarie

Comune di Venezia - Ufficio Stampa

Sponsor

Venezia Unica - tutta l'offerta di Venezia acquistabile online
Venezia UnicaLa Regata Storica è partner della campagna #EnjoyRespectVenezia
Progetto Promovenezia S.c.p.a. con il contributo della legge Regionale 33/2002
Logo Veneto Tra la terra e il cielo